La voglia di porno non è solo una cosa prettamente maschile. Alcuni ultimi sondaggi hanno rilevato che anche le donne, navigano su siti porno.Sondaggio effettuato da www.pornopizza.it

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone


Sequestrato carico di preservativi pieni di cocaina: destinazione Vaticano

<-- fine codice plavid -->
Pubblicità
Il video sarà disponibile tra secondi

340 grammi di droga per un valore di 40.000 dollari sono stati intercettati a Lipsia, in Germania mentre si dirigevano, dentro 14 contraccettivi, verso gli uffici postali della Città del Vaticano.
Un pacco con trecentoquaranta grammi di cocaina, contenuti in quattordici preservativi, stava prendendo il volo verso il Vaticano. Gli agenti della polizia tedesca l’ha intercettato all’aeroporto di Lipsia, come riferito dal quotidiano tedesco Bild am Sonntag. L’episodio è stato poi confermato all’Afp da un portavoce del ministero delle Finanze di Berlino, secondo il quale la droga avrebbe fruttato circa 40 mila dollari. Il carico di polvere bianca, trasportata in forma liquida, sarebbe partito dal Sud America per poi approdare in forma anonima Germania, all’ufficio centrale delle Poste Vaticane, lo scorso 30 gennaio. Dopo la scoperta, la polizia teutonica si è messa in contatto con quella della Città papale e ha fatto arrivare comunque l’involucro di contraccettivi e droga a destinazione, nella speranza di poter bloccare la persona che si fosse fatto viva a reclamarlo. Nessuno, però, si è finora presentato a ritirarlo. Il portavoce del ministro tedesco, pur certificando la veridicità della storia, non ha potuto rivelare ulteriori dettagli dal momento che è ancora in corso l’indagine. Sulla vicenda, dunque, gli investigatori dell’ufficio vaticano continuano a lavorare in coordinamento con l’Interpol.

Ero arrivata a pesare 85 kg, il mio ragazzo mi aveva lasciata e dal dolore mi sono buttata sul cibo, ma poi la svolta, ecco come ho fatto a dimagrire senza sforzi esagerati, seguendo questo articolo CLICCA QUI


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>