La voglia di porno non è solo una cosa prettamente maschile. Alcuni ultimi sondaggi hanno rilevato che anche le donne, navigano su siti porno.Sondaggio effettuato da www.pornopizza.it

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone


Legge elettorale, Italicum: scontro sulla parità di genere. Donne FI sul piede di guerra

<-- fine codice plavid -->
Pubblicità
Il video sarà disponibile tra secondi

Al via in Aula alla Camera l’esame della riforma della legge elettorale. Stralciato l’articolo 2 sulle misure relative al Senato, riguardo alle quali il premeir Matteo Renzi commenta: «Mi ci gioco la vittoria della mia scommessa».

Restano accantonati gli emendamenti sulla parità di genere e sulle misure cosiddette “salva Lega”, su cui ancora non si è trovata l’intesa. Via libera invece agli emendamenti sulle candidature multiple: ammesse non più di otto.

Sulla parità di genere molte parlamentari di Forza Italia sono sul piede di guerra e pronte a votare gli emendamenti che la introducono. Il testo giunto in aula prevede brevi liste bloccate dove «non possono esservi due candidati consecutivi del medesimo genere». Le parlamentari di FI chiedono l’alternanza uomo/donna, come anche tutto il gruppo del Pd.

Oltre agli emendamenti presentati da diversi gruppi parlamentari (come Pd e Scelta Civica, Sel, Psi) c’è anche una proposta di modifica bipartisan sottoscritta da molte parlamentari di vari gruppi e a prima firma di Roberta Agostini, del Pd. Numerose anche le adesioni delle parlamentari di Fi, tra le quali Stefania Prestigiacomo, Mara Carfagna, Renata Polverini, Micaela Biancofiore, Gabriella Giammanco, Annagrazia Calabria, Elvira Savino, Giuseppina Castiello, Sandra Savino. La minaccia è quella di votare questo emendamento sgradito ai vertici del partito e del gruppo.

La tensione in queste ore è così alta che i deputati maschi minacciano una ritorsione, in caso di approvazione dell’alternanza uomo/donna nelle liste: quella di votare favorevolmente agli emendamenti che introducono il voto di preferenza. Tradizionalmente, infatti, i politici uomini sono sul territorio più abili come raccoglitori di preferenze.

L’Italicum al momento «ha un impianto condivisibile» ma «alcuni miglioramenti sono possibili al Senato». Così il leader di Ncd, Angelino Alfano, sottolineando che «l’obiettivo è cambiare la legge elettorale e noi saremo gli avanguardisti». «Sono convinto che quando la legge elettorale sarà approvata alla Camera, bisognerà immediatamente depositare il ddl di riforma del Titolo V e del bicameralismo», spiega Alfano inaugurando la nuova sede del partito a Roma. Noi, aggiunge, «saremo gli avanguardisti delle riforme, i frenatori troveranno in Ncd un grande avversario».

«La nostra scelta nel centrodestra» è «irreversibile, Ncd ha una chiara collocazione nel centrodestra», ha quindi affermato il lader di Ncd. Soffermandosi sui rapporti con Fi, Alfano ha sottolineato come Berlusconi sappia «di quello che scrive il suo giornale che continua a massacrarci a pugni e calci tutti i giorni» e allo stesso tempo, nei sondaggi, «contano i nostri punti elettorali nella coalizione». Io, aggiunge Alfano, «sopporto con spirito cristiano».
fonte:http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/legge_elettorale_parit_amp_agrave_genere_donne_forza_italia/notizie/557038.shtmlsperanza11

Ero arrivata a pesare 85 kg, il mio ragazzo mi aveva lasciata e dal dolore mi sono buttata sul cibo, ma poi la svolta, ecco come ho fatto a dimagrire senza sforzi esagerati, seguendo questo articolo CLICCA QUI


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>