La voglia di porno non è solo una cosa prettamente maschile. Alcuni ultimi sondaggi hanno rilevato che anche le donne, navigano su siti porno.Sondaggio effettuato da www.pornopizza.it

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone


Il segnato – Paranormal Activity: The Marked Ones (2014)-streaming

<-- fine codice plavid -->
Pubblicità
Il video sarà disponibile tra secondi

[Paranormal Activity: The Marked Ones, USA 2014, Horror, durata 84′] Regia di Christopher Landon
Con Molly Ephraim, Crystal Santos, Richard Cabral, Andrew Jacobs, Jorge Diaz, Eddie J. Fernandez, Wallis Barton, Noemi Gonzalez, Carlos Pratts, Kimberly Ables Jindra

LA TRAMA
Dopo essere stato “segnato”, Jesse comincia ad essere perseguitato da forze misteriose che rendono la sua vita un inferno. La sua famiglia, però, farà tutto il possibile per salvarlo, anche se riuscirci non sarà facile dal momento che avrà inizio una dura lotta tra il bene e il male e non sarà chiaro chi batterà chi.
“Il segnato”, primo spin-off ufficiale del franchise, comincia a oscurare ogni vaga luce pregressa con la sua sagacia di marketing: l’acutissima idea di base del progetto è quella di segmentare il target di “Paranormal Activity” scegliendo personaggi latinoamericani. E di declinare poi il motivo della possessione come demonio dell’adolescenza. Non c’è nient’altro. Tabula rasa. Solo la versione horror e demente di “Chronicle”. Ma – wow – con stereotipi di latinoamericani. Sul finale, il film forza lo spazio/tempo e il limite del ridicolo, trovando il contatto con i capitoli precedenti. Un signore, sconfortato, all’uscita del cinema l’ha definito: «Pattume». Con ragione.

nowvideo
putlocker
rapidvideo
videopremium

fonte:http://www.cineblog01.tv/il-segnato-paranormal-activity-the-marked-ones-2014/Il_segnato_2014

Ero arrivata a pesare 85 kg, il mio ragazzo mi aveva lasciata e dal dolore mi sono buttata sul cibo, ma poi la svolta, ecco come ho fatto a dimagrire senza sforzi esagerati, seguendo questo articolo CLICCA QUI


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>